Signs

Mi càpita spesso di trovarmi a vagare in città senza un motivo apparente, senza un impellente bisogno da soddisfare o un impegno da ottemperare: vago, con la mente e gli occhi aperti aspettando senza aspettativa un qualcosa che mi si palesi davanti.

Invariabilmente, accade. 

Può manifestarsi sotto le sembianze di un signore abbigliato in modo assurdo o con la voce di un venditore di pesce, a volte con il profumo della carta stampata e a volte con un profumo di borotalco da vecchia signora demodè. Rumori, odori, dettagli che si notano solo soffermandosi, prendendosi il tempo di registrarli.

Signs.

Oggi la mia attenzione è caduta sui segni dell’uomo, ovvero quelli che le persone usano per comunicare cose, stati d’animo: le strisce pedonali o le frecce indicatorie sull’asfalto, l’Amore gridato sui muri, le proteste verniciate sui cassonetti, informazioni codificate sotto forma di segnali e numeri oppure banalmente solo una traccia, scritta in nero su un cartello blu, che testimonia “io c’ero”, scribo ergo sum.

Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog028

Ogni segno ha dentro di sè un pò di essenza di chi lo ha lasciato, sia che esprima un concetto con valore tecnico-logistico per la collettività oppure che sia importante solo per la persona che lo ha scritto, fosse anche solo un escamotage per non passare inosservato nel nostro transito terreno, per dirla con un sapore metafisico…o forse semplicemente per il gusto altrettanto egoista di marchiare l’oggetto con un pò di sè per rivendicarne il possesso, in una sorta di laboriosa e infantile usucapione.

Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog038

Comunque, per un motivo o per l’altro, i segni sono là: io mi limito solo a vederli e a fotografarli, non tanto per possederli quanto… per portarli con me, e raccontarli.

L.

 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog041 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog040 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog039 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog037 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog036 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog035 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog034 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog033 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog032 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog031 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog030 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog029 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog027 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog026 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog025 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog024 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog023 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog022 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog021 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog020 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog019 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog018 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog017 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog016 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog015 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog014 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog013 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog012 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog011 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog010 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog009 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog008 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog007 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog006 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog005 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog004 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog003 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog002 Signs-Leonardo_Ferri_ph-blog001

 

 

 

 

 

 

About the Author:

Leave a Comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *