Niccolò Branca


In occasione della presentazione del suo libro ” Per fare un Manager ci vuole un fiore” ho avuto l’opportunità e il privilegio di conoscere e fotografare Niccolò Branca, presidente dell’azienda che porta il suo cognome oramai da 170 anni.

Il suo è raro esempio di come la ricerca di una consapevolezza personale possa elevare l’individuo che la consegue, l’azienda ad esso collegato e le persone che lo circondano.

Il libro, come la sua vita, è un racconto che si snoda su piani e mondi differenti e paralleli, fisici e spirituali, percorsi, incontri: succede ad ognuno di noi ogni giorno, anche se in scala ridotta, ma spesso tendiamo a non accorgercene.

Assolutamente da leggere, svela tra le righe quello che si può scoprire guardandolo negli occhi con attenzione fotografica e umana percezione: un uomo aperto al mondo, positivo e concreto come raramente se incontrano sul cammino, un uomo che ha saputo e voluto nutrire il proprio equilibrio, coerente sia sul piano personale con la sua gentilezza e disponibilitá, sia sul piano imprenditoriale con l’approccio etico e umanistico che ha applicato alla gestione della sua azienda, con tutte le difficoltà derivanti da una scelta simile, affrontate e risolte con la caparbietà e l’energia di chi si muove nel giusto.

Di più guarderete nel libro, di più leggerete nelle foto.

L.

 

 

“Novare Serbando”, questo è il leitmotiv che ha guidato Fratelli Branca nel corso della sua storia. E non è una storia breve. Fondata da Bernardino Branca nel 1845 a Milano,  l’attività è sempre stata guidata dalla famiglia che, negli anni, ha lavorato per fare del Fernet-Branca uno degli amari più famosi al mondo.L’azienda, che è stata pioniera nella creazione di un amaro contenente erbe e radici provenienti da tutto il mondo, ha impostato il suo percorso sull’innovazione nel rispetto della tradizione e della qualità.Sono nati così vari prodotti storici, come Stravecchio Branca e Brancamenta, fino ad arrivare all’ingresso nel mercato dei vini e degli spumanti.
Ma sono nate così anche diverse politiche di sviluppo, soprattutto dal 2000 a oggi sotto la supervisione di Niccolò Branca, Presidente di F.lli Branca Distillerie: impostazione strategica, extentionlines, strategie marketing, ingresso di un management qualificato per la gestione operativa e integrazione delle competenze per il controllo e la qualità dei prodotti.

(dal sito www.branca.it)

 

Niccolò Branca - © Leonardo Ferri photographer

Niccolò Branca – © Leonardo Ferri photographer

Niccolò Branca - © Leonardo Ferri photographer

Niccolò Branca – © Leonardo Ferri photographer

 

 

 

 

About the Author:

Leave a Comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *